Buttafuoco è la via di Salvini per conquistare l’Italia, non solo la Sicilia

Salvini ha in mano l'asso vincente per diventare leader del centrodestra. E la Meloni se ne è accorta

Noi con Salvini è andato in Sicilia e ha scatenato il finimondo. E, per farlo, gli è bastata una sola parola: Buttafuoco. Chiedere al giornalista siciliano di mettersi alla testa del movimento politico che dovrà buttar giù Crocetta e questa famigerata esperienza amministrativa significa toccare il cuore della Sicilia. Quella Sicilia che negli ultimi tempi ha riempito in continuazione i suoi teatri per assistere agli spettacoli di Buttanissima Sicilia, un libro che è diventato prima exploit editoriale e poi caso politico. A firma appunto di Pietrangelo Buttafuoco, scrittore ritrovatosi punto di riferimento per un popolo che non vede l’ora di liberarsi dal giogo della malapolitica.

Matteo Salvini oggi – sarebbe stato paradosso dirlo fino a pochi mesi fa – rappresenta al sud l’unica speranza di cambiamento, perchè novità piombata terre che ormai stavano perdendo ogni speranza. Buttafuoco rappresenta l’opportunità di saperla cogliere. Per un semplice motivo: perchè laddove vecchi politici e politicanti sono ormai fonte di nausea, il popolo ha voglia di affidarsi al nuovo. Dove ‘nuovo’ significa sicuramente facce estranee al vecchio parterre della politica, ma significa anche nuovo approccio… non più l’ossessione per la poltrona, ma l’ossessione per le idee, i contenuti, le proposte. Il popolo ha bisogno di una prospettiva, di un sogno, di una visione di un mondo (una regione) migliore.

blogsofo1Ecco perchè la riscossa della Sicilia è Buttafuoco e non può essere altrimenti. Questo non significa per forza fare di Pietrangelo un candidato governatore, ma sicuramente significa partire da lui e dalla sua consacrata capacità di essere interprete e megafono di quella terra per costruire l’alternativa.

Così Salvini si ritrova in mano l’asso vincente per la Sicilia ma anche per l’Italia tutta. Non soltanto perchè la Sicilia è una delle regioni che pesano di più in termini di voti al momento delle elezioni nazionali. Ma soprattutto perchè Buttafuoco è, ancor prima che il cantore della Sicilia, il cantore della ‘destra’, laddove la destra è l’area politica dalla quale proviene la stragrande maggioranza del nuovo elettorato salviniano e laddove la destra è – per antonomasia – l’alternativa alla sinistra. Dunque, Buttafuoco cantore culturale dell’alternativa a Renzi, al renzismo e a ciò che almeno la metà degli italiani non tollera più. Motivo, quest’ultimo, per il quale – lo scorso febbraio – Il Talebano lanciò il laboratorio delle 1000 Patrie non soltanto con Salvini, ma anche con Pietrangelo Buttafuoco… per un’alternativa basata su tre linee direttrici: identità, comunità, appartenenza.

Vincenzo Sofo

(www.vincenzosofo.com)

Annunci

4 Commenti su Buttafuoco è la via di Salvini per conquistare l’Italia, non solo la Sicilia

  1. Articolo che fra qualche tempo suonerà come una profezia,perchè chi segue da sempre le vicende di Giafar sa che è l’ultimo ed unico punto di riferimento per tutto un mondo, che non è e non sarà mai compatibile con lo storytelling dell’occidente tecnocratico ed anti-comunitario…oltre la vecchia dicotomia destra-sinistra,Buttafuoco ha ed avrà un ruolo centrale per tutti quelli che hanno ancora voglia di lottare per un sistema di valori antitetico al nostro relativismo libertino,e sembra che in effetti qua e là qualcosa si muove nella coscienza di qualcuno…Il Talebano ha il merito di essere in prima fila in questa sempre più grande rivoluzione culturale e di rappresentare queste esigenze ed idee in un ottimo avamposto culturale nel mare mediatico.

    Mi piace

  2. buttafuoco potrà avere tutti i ruoli che volete, ma per me uno che si permette di buttare alle ortiche la sua appartenenza alla chiesa cattolica ( e quindi all’occidente) per scegliere la SOTTOMISSIONE mi sembra un folle incosciente. con l’islam non si discute teologicamente, non si dialoga, ma ci si pone DI FRONTE con chiarezza ponendosi come un limite invalicabile. si può convivere a patto che facciamo capire che qui non siamo in arabia o in africa, ma ( anche se per poco) in occidente ( lasciamo perdere l’Europa).

    Mi piace

  3. caneoccidentalista // 31 agosto 2015 alle 08:56 // Rispondi

    Profetica la foto: cinque persone, tutti maschi, tutti con la barba.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: