E SE IL PAGANESIMO NON FOSSE OPPOSTO AL CRISTIANESIMO?

Evitare di considerare il paganesimo come una religione aiuterebbe

Non passa mai di moda la feroce critica all’universalismo cristiano da parte del mondo neopagano. Ma siamo certi che queste due concezioni debbano esistere in perenne contrapposizione e che non possano invece essere complementari?  L’ipotesi parrebbe facilmente percorribile se si analizzassero i due fenomeni per quello che sono: una religione il Cristianesimo; una filosofia, o, se preferite, una Weltanshauung, il paganesimo. Quest’ultimo aveva senso di esistere come religione prima di Cristo, prima quindi la Verità venisse per la prima volta rivelata e dimostrata attraverso la Resurrezione. Sicuramente una rivelazione  più concreta rispetto a quella di ogni politeismo, che, a rigor di logica, non poteva che decadere. Ma, se il Cristianesimo ha indicato, e continua ad indicarci la Verità, che non può che essere unica, il paganesimo, inteso come cultura e legame ancestrale, rimane un faro contro l’omologazione e la globalizzazione, poiché, mantenendo intatto lo spirito tradizionale e comunitario dei popoli, indica la via più naturale per avvicinarsi ad essa.

Tre sono invece gli errori del neopaganesimo: il primo è quello di ergersi a Verità, mai rivelata, ponendosi in continuo contrasto con il Cristianesimo, visto non come evoluzione, ma come nemico impossessatosi delle proprie festività; il secondo è quello di considerarlo in tal modo principalmente sulla base di vicende storiche, prima che per questioni metafisiche e spirituali; il terzo è quello di equiparare l’universalità della parola di Cristo all’imperialismo omologante e all’esportazione della democrazia: per intenderci, Bush che invade l’Iraq citando la Bibbia ed altri deliri neoconservatori nulla hanno a che vedere con la religione cristiana.

Nessuno deve rinnegare la tradizione e l’anima dei popoli, ma nessuno può aver la pretesa di declinare la Verità a proprio piacimento: è partendo da questi presupposti che la religione cristiana e la Weltanshauung pagana troveranno, inevitabilmente, un punto d’incontro, per creare un fronte comune contro il nichilismo e l’individualismo.

Lorenzo De Bernardi

Annunci

1 Commento su E SE IL PAGANESIMO NON FOSSE OPPOSTO AL CRISTIANESIMO?

  1. giusta domanda…
    infatti la data del natale è convenzionalmente l’unione tra la nascita di Gesù e la data del Sole invictus dell’antica Roma…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: