LA PALESTRA SENZA NARCISISMO: UN CORPO EDUCATO

Una delle ossessioni del nuovo millennio nel nuovo libro di Mario Salisci

Il libro Un corpo educato. Sport, cultura e società nasce con l’intento di analizzare il rapporto tra il corpo e l’identità in un’epoca in cui questo rapporto, fondante tutti gli altri, è stato messo in una posizione critica (basti pensare al concetto di gender e a come viene ideologicamente utilizzato). Da  molti anni il corpo è diventato il centro indiscusso delle preoccupazioni dell’uomo e della donna occidentali. Occorre renderlo bello, sano e forte per farne un efficace veicolo di socializzazione e un’importante base per una personalità sufficientemente sicura; ma la grande libertà di “lavorare” sul proprio corpo rivela anche degli aspetti critici: oltre alle disforie di genere, assistiamo all’aumento dell’insorgenza di nuove schiavitù che possono prendere la forma di diete squilibrate, dell’assunzione di sostanze dopanti o di una chirurgia estetica esasperata. Il testo si pone anche l’obiettivo di capire da dove nascono questi problemi e come strutturare percorsi di educazione al corpo equilibrati ed efficaci. Quello che emerge dall’analisi e dalla ricerca che l’autore porta avanti da parecchi anni è che la crisi delle relazioni sociali, in primo luogo di quelle primarie, ha poi avuto conseguenze dirette e pesanti sui giovani, che vivono dei momenti di dura crisi proprio nel momento in cui devono riorganizzare le componenti erotiche della personalità, ovvero durante l’adolescenza.

In questo senso proprio lo sport assume un ruolo molto importante, tenuto conto che per quasi due secoli è stata l’unica attività a tematizzare una qualche forma di educazione al corpo. Ma analizzandolo meglio, lo sport si configura un modello relazionale complesso e che svela legami sia con il mondo produttivo che culturale. Le potenzialità di questa proposta sono formidabili e rivelano vaste possibilità applicative, che aprono strade nuove per chi si occupa di sport, per chi lo pratica e per chi semplicemente lo ama. Non si può dimenticare come la pratica sportiva entra nei processi di formazione identitaria dei giovani, con effetti duraturi a livello di personalità e complessione psicologica ed emotiva.

copertina-un-corpo-educato

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: