Ultime notizie

MARTE HA FALLITO, GUARDIAMO A PLUTONE

Ogni riferimento a partiti, movimenti e ideologie realmente esistenti è puro frutto della fantasia dell'autore

Siamo tutti costernati per i fatti accaduti nelle ultime ore nel mondo politico legato ad una certa destra sociale: mentre gli sforzi precedenti per far decollare il progetto identitario di Marte sono stati da tutti condivisi sin dalla prima missione, ora ci ritroviamo con il solito teatrino politico venduto al mercato, che cerca di accaparrarsi la fetta più grande della torta marziana.

Bravi.

Il mondo finanziario si è infiltrato sin nei meandri del progetto marziano, che ne esce ormai irriconoscibile. Come è possibile arrivare oggi a delle proposte di legge galattica che auspicano per una maggiore immigrazione dalla Terra? E se poi Marte riempie le periferie con ogni tipo di sotto prodotto della cultura terrestre dominante, come si fa a rilanciare il progetto primigenio?

Bravi.

E poi, come potrà mai esserci sicurezza senza chiarezza? Ecco che subentra un fatto che è sfuggito agli occhi dei più, la grande ascesa del socialismo plutoniano, che (data anche la proverbiale oscurità del luogo) ha lavorato nel tempo per mantenere vivo il sogno . Dopotutto, dai tre giorni di Assisi ho scoperto che la pazzia per il gruppo è auto-stimolante. Si è visto anche sabato.

Bravi.

Quindi, cosa fare? Rimanere con un mezzo progetto in mano, una specie di aborto targato Marte e nato già senza padrini, o volgersi verso il miglior prodotto che il socialismo – al di là delle corruzioni ideologiche – ha potuto creare. Rimaniamo fedeli al progetto che è stato l’unico bagliore nell’oscurità, che ora ci guarda da Plutone, basta con la paura!

Bravi.

Hossein Zakipour

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: