OOOH BALOTELLI, HE’S A STRIKER…

Balotelli-champagne-e-fumo

Cori razzisti negli stadi: brutta storia. Meglio sarebbe: cori offensivi negli stadi: brutta storia.

Sì perché sembra che offendere qualcuno per il colore della pelle sia più grave che gridare ad un altro “figlio di puttana” o “bastardo”. Ma non si capisce come mai: anzi magari è nero veramente mentre la madre dell’altro è una santa donna.

Non è certo una questione educativa: con quello che si sente alle partite mica sarà qualcuno che scimmiotta i bonobo ad arrestare la crescita culturale dei bambini. Qui non vogliamo giustificare niente, ma il fatto che sulle maglie ci sia scritto “stop racism” invece che “stop violence in stadiums” ha del ridicolo.

Il consueto buonismo cui siamo abituati ci copre gli occhi e maschera i veri problemi degli sport, compreso il calcio. Con tutti gli insulti che puntualmente sentiamo ci siamo abbassati a pensarne deprecabile uno solo: quando non si potrà più dare del negro a Balotelli, e lo chiameranno pezzo di merda, saremo davvero tutti più contenti?

Andrea Carbone

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: