La moneta PADANA, la risposta alla fine dell’EURO

Dalle parole ai fatti, questa dovrebbe essere la prossima mossa della Lega Nord; da ormai 20 anni si parla di PADANIA ma si attende che dallo stato centrale venga dato l’ok… Speranza vana e, dopo anni di prese in giro, oggi è giunta l’ora di passare ai fatti. Niente paura, nessuno, qui, vuole armi, guerre e rivoluzioni sanguinarie. La strada da percorrere è ben delineata grazie anche alla crisi mondiale e sopratutto a quella monetaria, cioè dell’euro. La Grecia sta pensando realmente di uscire dalla moneta unica per tornare alla suavecchia e cara dracma. Come fuggire dall’euro lo ha suggerito il ministro delle finanze austriaco Maria Fikter.

Sino a ieri era un’ipotesi fantapolitica che un paese potesse uscire dall’euro; oggi è Bruxelles che lo suggerisce. La politica dell’austerità imposta dalla Germania non sta riscuotendo molto successo in Europa.

Il “rigore”sta mettendo in ginocchio i cittadini dell’Europa; l’unica salvezza dell’Eurozona è la crescita e molti statisti, economisti e studiosi pensano che l’unica strada sia quella di un ritorno alla moneta nazionale. I greci si sono posti il problema e come loro lo stanno facendo i portoghesi, gli spagnoli e, forse, anche gli italiani.

 

Tornando ad una moneta nazionale l’inflazione salirebbe molto, certo, ma i vantaggi?

Moltissimi: riprenderemmo il controllo della quantità di moneta in circolazione, dei tassi di  interesse, il rapporto del di cambio… in poche parole torneremmo padroni delle strategie monetarie per governare l’economia.

Allora quale strada percorrere nei fatti? Iniziare a sviluppare una moneta alternativa (un certificato corrispondente al valore di scambio delle merci, come era all’origine la moneta. La sua funzione potrebbe essere come quella di un buono pasto) padana, che circoli normalmente nelle regioni del nord; una moneta che dia vantaggio a chi la usa per gli acquisti dei prodotti del territorio. Una moneta dei cittadini per i cittadini. Non è un’idea balzana ed irrealizzabile, questo metodo è già in uso in diversi Land tedeschi… Sarebbe una strada per preparare il dopo euro. La strada giusta per fondare la nazione padana.

Fabrizio Fratus

Annunci

4 Commenti su La moneta PADANA, la risposta alla fine dell’EURO

  1. ahahhaah

    Mi piace

  2. Ma se ti fermi al primo autogrill della Cisa, tra Parma e La Spezia, in che conio ti danno il resto della rustichella?

    Mi piace

    • Agostino, alcune precisazioni:
      1-la Cisa cambierà il nome in Inferiore Padana
      2-la rustichella diventerà la balilella (liberazione di Genova)
      3-il nome anglofono autogrill andrà sostituito dal più indigeno “Magnasò”

      4-l’idea è di una provocazione per sostenere il diritto dei popoli a darsi una moneta, che è solo strumento di scambio dei popoli stessi basato sulla fiducia..così dev’essere letto l’articolo

      Mi piace

    • E’ evidente che non ha la minima conoscenza della moneta locale che anche in questo momento è funzionante in diversi land tedeschi.

      Mi piace

1 Trackback / Pingback

  1. E’ ARRIVATA LA MONETA LOCALE | IL TALEBANO - blog diversamente padano

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: