Ultime notizie

Fazio, Saviano e la manipolazione delle coscienze

La Rai è diventata Cosa Nostra. O meglio, cosa di Fazio e Saviano. E non ci riferiamo all’orientamento politico che possono avere determinate trasmissioni; siamo già abituati e vaccinati a queste situazioni e – tra l’altro – non a noi del Talebano non dà neppure così tanto fastidio. Anzi, proviamo anche una certa simpatia per i vari Travaglio, Santoro & Co. La faziosità non ci dispiace.

Ma il programma di Rai Tre, Vieni via con me, è tutt’altra storia. Perchè nell’ultima puntata ha oltrepassato un confine delicato che può avere conseguenze devastanti. Perchè se fino a settimana scorsa il difetto che gli si imputava era di imperfezione nell’informazione e al limite strumentalizzazione dei fatti, ora l’accusa è ben più grave. Fazio e Saviano hanno utilizzato uno strumento potentissimo (che attrae milioni di telespettatori) per operare una subdola manipolazione di coscienze.

Sia ben chiaro, il problema non è dar voce ai vari Englaro o Welby e proporre il loro punto di vista a proposito di etica. Il problema è aver proposto questo approcciò come Verità, come cosa giusta. Non come tesi che è possibile discutere, che ha contrapposta un’alternativa.

All’elogio dell’eutanasia, della morte dolce e comoda, è seguita la negazione da parte dei conduttori di uno spazio a chi invece contrappone l’elogio della vita. Ad ognuno le sue posizioni, non è scopo di questo articolo valutare le due posizioni.  Ma ciò che ci fa rabbrividire, ciò che ci lascia schifati è il fatto che Fazio e Saviano – paladini della democrazia e della libertà – utilizzino i tanto contestati metodi dittatoriali per censurare ogni posizione che non faccia loro comodo.

Tappare la bocca a chi la pensa diversamente, a chi potrebbe ostacolare l’affermazione del loro credo. Metodi fascisti e mafiosi. Ma metodi intelligenti, perchè Fazio e Saviano sanno bene che in questo modo potranno ottenere il monopolio della “cultura” e manipolare il popolo italiano a loro piacimento. Un popolo che ha accantonato i libri, affidando il proprio sapere alla televisione.

GOOD BYE LENIN. BENVENUTI FAZIO E SAVIANO.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: