LA TRINITA’ DANZANTE

Esce oggi l’ultima fatica letteraria del filosofo Emanuele Franz dal titolo “La generazione inversa. Ovvero come il Figlio genera il Padre”. L’autore, moggese, in questo trattato teologico-filosofico sull’origine della vita, sostiene che il figlio generi il padre, tale processo, secondo l’innovativa visione dell’autore, prende il nome di “generazione inversa”. Il lavoro si compone di due parti: l’argomento teologico e l’argomento matematico. Con i testi dei Padri della Chiesa alla mano, l’autore ipotizza che non solo dal Padre si è generato il Figlio, ma che anche dal Figlio si è generato il Padre e avanza l’ipotesi di una Trinità danzante in cui ogni elemento genera l’altro. La seconda parte del lavoro si occupa di mostrare svariati esempi della matematica e della fisica in cui il contenuto (il “figlio”) è in grado di “generare” l’insieme che lo contiene (il “padre”). In conclusione l’autore avanza il sospetto che una tal “generazione inversa” debba porsi anche sul piano biologico. A questo libro si sono già interessati svariati intellettuali italiani ed esteri: da Piergiorgio Odifreddi a Noam Chomsky, dal MIT di Boston, che scrive all’autore per dirgli che la sua è un’idea veramente creativa e che non aveva mai sentito nulla del genere, Massimo Cacciari ritiene che in filosofia sia necessario osare, Marcello Veneziani commenta dicendo che questo studio è “Una bella intuizione, un bel rovesciamento di prospettiva”, e il Premio Nobel Mario Vargas Llosa scrive a Franz per fargli i suoi migliori auguri a questo lavoro, dopo essere rimasto profondamente colpito dall’argomento.

“La generazione inversa” è un testo che affronta in modo rigoroso ed allo stesso tempo poetico i temi religiosi che oggi appaiono secondari rispetto alla nostra vita. Il testo è pieno di implicazioni sulla nostra quotidianità e sulla direzione che il nostro futuro potrà prendere se saremo capaci di far riemergere il Logos che è in noi. Franz propone, detto altrimenti, una visione rinnovata del processo divino, e del cristianesimo. Il processo divino, in quanto totalità vivente e in perpetuo movimento, trova il suo moto fondamentale nell’uomo, un uomo, tuttavia, che non è consegnato all’impotenza e ridotto all’inazione: non è un uomo finito, è un uomo infinito, è un uomo che assume su sé stesso la totalità, e con essa l’infinità della generazione. Ne emerge un uomo-Logos dotato del potere della generazione, che ha cioè la potenzialità di generare il Padre, e, in altri termini, di generare sé stesso.

Con “La generazione inversa” la Teologia della Potenza secondo Emanuele  Franz - Studio Nord News

La Teologia della generazione inversa è dunque una Teologia della Potenza, dell’uomo-Logos che ha il potere di generare, che si autodetermina e che è Padre di Dio.

Essa propone un cristianesimo che riscopre il valore dell’Individuo assoluto, e del suo potere di concepire, pertanto invita a una Fede che non santifica il fratello e la fratellanza, ma l’unico, il singolo, dotato di Potenza e di generazione, un uomo che non è rassegnato, estinto in una realtà sociale di cui non ha il controllo, ma, riappropriatosi del Logos, diviene generatore della realtà che ingloba e da cui è inglobato.

Il testo, edito da Audax Editrice, ha 150 pagine, costa 15 euro e può essere ordinato direttamente sul sito dell’editore, www.audaxeditrice.com
Telefono: 3338760653.

Tratto da studionord.news

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: