ISLAMICI SÌ, TERRORISTI NO

Con buona pace della Fallaci

Il Talebano riceve (e con piacere pubblica) risposta alla critica ricevuta per il dibattito che ha avuto luogo in quel di Magenta il 30 novembre, reo di aver avuto tra i relatori Davide Piccardo.

Ringraziamo il Sig. Pecoraro per aver scatenato l’inferno relativamente alla questione islamica… E noi che invece volevamo trovare una via per il Paradiso siamo rimasti fregati come al solito.

Leggo che ritiene inaccettabili le nostre parole sui così detti “non allineati” del Medio-Oriente. Paradossale, se pensiamo che dalle sue parole emerge un implicito sostegno ai “moderati” di Al Quaeda, Al Nusra e Tahrir al Sham. Per ulteriori informazioni chiedere a chi in quei luoghi ci è realmente stato o, ancor meglio, ci vive.

Cosa poi colleghi Hezbollah, Siria e Iran al terrorismo islamista non è dato sapersi. Le sue sembrano le stesse parole di coloro che consideravano alcuni “sanguinari dittatori” alleati prima che qualche diatriba su gasdotti et similia rendesse i loro canini aguzzi e grondanti di sangue… Forse confonde la legge islamica con il terrorismo.

E qui il discorso si fa ancor più ampio, ma proviamo a sintetizzarlo: la sharia, che comunque non è propria di tutti i dittatori citati, soprattutto non dei leader baathisti, è sicuramente lontana dai nostri princìpi, e su questo non c’è dubbio. Affonda però le sue radici in una cultura plurisecolare, che costituisce l’anima di determinati popoli, e che, se non consideriamo una parte del mondo sunnita, non ha alcun interesse ad espandersi rispetto alla propria area. Demonizzarlo in toto significa perciò disprezzare a prescindere una cultura diversa dalla nostra. Il che denota, analizzando più profondamente la questione, una mancanza di amore per la propria cultura. E per far fronte a questo problema occorre smettere di sentirsi superiori, ma cercare di capire cosa effettivamente riesce a mantenere in vita le tradizioni.

Il terrorismo è ben altra cosa. È stato finanziato più o meno direttamente dell’Occidente che oggi lo teme e ha fatto proseliti tra i più disagiati, faceno leva sull’assenza di ideali e sulla sete di buone ragioni per le quali mettere in gioco la propria vita. Guarda caso, poi, lo stesso Occidente ha mosso le rivolte contro i noti leader.

Detto ciò, da cattolici non possiamo che sperare nella conversione di tutti gli islamici che hanno fermato l’avanzata degli islamisti, tuttavia il momento storico evidenzia la necessità di una elevazione al Sacro, che al momento solo un certo Islam tiene viva.

Lorenzo De Bernardi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: