La vera Germania? Terra di poveri e disoccupati

Merkel-960x662

Quanto è vero che la Germania naviga nell’oro in confronto del resto d’Europa? Quanto è vero i tedeschi se la spassano alla grande? Sembra proprio che anche in questo caso i media italiani facciano il gioco sporco, inventando e tralasciando le notizie non in linea con il pensiero comune: in Germani sono tutti ricchi. Non è così, è ormai risaputo che una regione della Germania se la passa molto male, è la regione del Ruhr ed è la “terra” piu’ povera di tutto il vecchio continente. Si, esatto, la più povera.

In passato era una regione molto produttiva, il cuore dell’industria pesante e si potevano trovare molti italiani emigrati per cercare lavoro. Ma oggi tutto è cambiato e nella Rhur la disoccupazione è ad oltre l’11%… Il tasso di povertà, in tutta la Germani arriva al 15% e nella capitale della Rhur arriva sino al 25%… Un abitante su 4 è povero. La notizia rimbalza oggi su molti quotidiani e il tutto grazie anche alla polemica nata da qualche mese sulla comparazione dei dati economici tra Germania e Svizzera. A metà agosto, Oswald Grübel, ex numero uno di UBS, in un’intervista al Schweiz am Sonntag, aveva attaccato la Svizzera dichiarando che gli svizzeri erano da considerarsi ricchi in confronto ai vicini tedeschi, una provocazione, ovviamente. Da quel momento si è aperta una lunga polemica in cui i due Stati sono stati messi, per così dire, sotto il microscopio e la provocazione di Grübel ha rivelato molto sulla situazione dei due paesi. A rispondere ci ha pensato il professor Marazzi, di cui riportiamo la parte finale di un’intervista con riferimento alla Germania:

Professor Marazzi, in Germania la situazione è peggiore che in Svizzera?

Decisamente. A partire dall’Agenda 2010 di inizio anni 2000, che ha visto l’entrata in vigore del “piano Hartz”, c’è stato un aumento importantissimo di mini job (lavori a tempo determinato a 400 euro mensili). Persone che a 45 anni o pensionati fanno decisamente molta fatica a vivere. Questo è dovuto a dei processi riguardanti le riforme del mercato del lavoro in cui si è spinto molto nel senso della flessibilizzazione e fenomeni di immigrazione dai paesi dell’Europa centrale. Sarebbe bene anche tenere presente queste situazioni, di cui non si parla mai, quando si fa l’elogio del modello tedesco.

E’ anche vero che la Germania è considerata il faro dell’economia del vecchio Continente…

Il faro per quanto riguarda i settori d’esportazione come la metallurgia, la meccanica tecnologicamente avanzata, eccetera. Ma c’è tutto un hinterland che lascia molto a desiderare. Grübel dovrebbe essere un po’ più cauto. Questi sono aspetti delicati e non si può sparare tanto per relativizzare. Perché qui a furia di relativizzare si finisce di cercare di consolare chi si trova in situazione di povertà. Il fatto è che non è che se uno è povero in Ticino basta dirgli che a Nuova Dehli si vive peggio. Ti manderebbe a quel paese.

Insomma, la realtà è ben diversa da quanto noi crediamo e la povertà è in aumento in tutta Europa. Il capitalismo finanziario dei burocrati dell’Euro sta impoverendo tutto il continente; le misure protettive per coloro che perdono il lavoro sono inappropriate in Italia come in Germania, i poveri sono in costante crescita. L’Euro e l’Europa delle banche stanno mettendo in ginocchio tutti i paesi del vecchio continente, vi è assolutamente necessità di un grande FRONTE dei movimenti anti-Euro, un fronte non condizionato da vecchi schemi destra e sinistra, un fronte libero ed unito con l’obiettivo di liberare i cittadini europei dalla dittatura finanziaria delle banche, un fronte unito che lotti per l’Europa dei popoli e dei cittadini.

Fabrizio Fratus

Annunci

3 Commenti su La vera Germania? Terra di poveri e disoccupati

  1. la germania non è ricca, è più tutelata a livello economico dalla cupola mondiale della finanza, il “capoclasse” scelto tra i meno peggio.

    TADS

    Mi piace

  2. I porvi come li intendiamo noi non ci sono qui. Quello forse che si intende nell’intervista sono persone sotto un certo reddito, a cui poi lo stato da mi sembra 1500€ al mese.

    https://inviaggioversolaltro.wordpress.com/2013/08/24/visita-alla-caritas/

    Mia moglie ha un minijob e ne siamo contenti: contratto fatto in 5 min , lei lavora 6-7 ore la settimana. Avendo 4 figli a casa è perfetto. Nel nostro palazzo abitano due studenti e anche loro si mantengono in questo modo. Ciò che è da chiarire anche che la vita in Germania costa meno: affitto, mangiare, affitto, benzina. Tutto costa meno rispetto all’Italia ma gli stipendi sono più alti.

    Mi piace

  3. Non è così che la vita in Germania sia più economica di quella in Italia, Il fatto che qui si paghi meno per la benzina non compensa certamente le spese da affrontare: tellefono il doppio, corrente il triplo, gas minimo uguale se non di più, assicurazione sanitaria dieci volte tanto (ma il sistema è anche migliore), canone televisivo 2 1/2 volte di più, spesa al supermercato più cara, e solo quello che qui si spende di riscaldamento per otto mesi all’anno …. si deve anche considerare che il tasso dell’IVA è più basso, quindi, facendo il calcolo equo, qui in Germania il costo della vita aumenterebbe ancora molto. Gli stipendi sono più alti, quindi, più o meno, il costo poi è uguale, prendendo la percentuale. Per quanto riguarda gli affitti: certamente, se si confrontono l’affitto di una casa a Milano con una in un paesino delle zone economiche della Germania ….

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: