DIFENDERE GLI “INDIFENDIBILI”. SENZA SE E SENZA MA

“Le lampade si stanno spegnendo in tutta Europa; non le vedremo più nella nostra vita”. Sir Edward Grey, 1914

“Di tutte le tirannie, una tirannia esercitata sinceramente per il bene delle sue vittime può essere la più opprimente. Sarebbe meglio vivere sotto baroni ladroni che sotto onnipotenti ficcanaso morali. La crudeltà del barone brigante può a volte dormire, la sua cupidigia può a un certo punto essere saziata; ma quelli che ci tormentano per il nostro bene ci tormenteranno senza fine, perché lo fanno con l’approvazione della propria coscienza”. C.S. Lewis

L’oscurità sta effettivamente avvolgendo l’Europa a quasi due anni dall’inizio della pandemia globale. L’Austria ha annunciato blocchi completi con i non vaccinati che portano le restrizioni più dure. La Germania è pronta a seguire l’esempio del suo vicino autoritario. Sfidando il detto di Einstein secondo cui la definizione di follia è fare la stessa cosa più e più volte e aspettarsi risultati diversi, la Francia ora ha adattato la sua definizione di vaccinazione per gli anziani per includere una terza dose obbligatoria. A livello globale, l’Australia rimane una prigione a cielo aperto pronta per l’innesco di pochi casi a ritirarsi in restrizioni di movimento che mendicano l’immaginazione distopica di Orwell.

Per non pensare che gli Stati Uniti siano isolati, New York, San Francisco e Los Angeles hanno messo in atto un sistema draconiano di apartheid medico che condanna i non vaccinati, molti dei quali sono neri già con immunità naturale, a una nuova forma di segregazione. La Bank of America ha lanciato un pallone di prova per mettere i non vaccinati su piani diversi con diversi servizi igienici e strutture per mangiare che potrebbero ospitare i capri espiatori della società. Tanto per un posto di lavoro diversificato e inclusivo. Per ora, la Corte d’Appello del quinto circuito ha sospeso il mandato OSHA del presidente Biden di scegliere essenzialmente tra il tuo jab e il lavoro, ma gli sforzi per blandire e costringere gli esitanti si intensificano. Perdona la dissonanza cognitiva dopo aver ascoltato questi editti. Perché anche gli scienziati della corte di Biden, guidati dal dottor Fauci, hanno ora ammesso che i colpi non prevengono la trasmissione o l’infezione e che, come nel caso di Israele quasi completamente vaccinato, anche la protezione contro malattie gravi, ospedalizzazione e morte potrebbe diminuire rapidamente .

L’unica domanda rimasta senza risposta è quanti booster a corto di infinito ci vorranno per liberarci. O la follia cesserà una volta che un numero sufficiente di politici completamente “protetti” contrarrà il Covid o subirà una lesione invalidante da vaccino?I politici, i funzionari della sanità pubblica, le celebrità e i media mainstream belano roboticamente che i vaccini sono sicuri ed efficaci. Il governatore di New York Kathy Hochul definisce i colpi un dono di Dio ed eleva le stesse aziende farmaceutiche con una storia di multe da miliardi di dollari allo status di santi. Il tamburo degli applausi si fa più appassionato, se non isterico, anche se gli eventi avversi, i decessi e le lesioni invalidanti riportati sul VAERS (il Vaccine Adverse Event Reporting System) sono multipli di tutti i vaccini combinati negli ultimi trent’anni. Se un vaccino che fornisce una protezione limitata e richiede frequenti richiami mentre distrugge tutti i record di sicurezza degli eventi avversi si qualifica come sicuro ed efficace, cosa farebbe scattare campanelli d’allarme presso il CDC o la FDA?Il virus non si piegherà a blocchi, maschere e vaccinazioni di massa, quindi identificare un capro espiatorio è fondamentale per i politici. Ammettere che le loro politiche di mitigazione del Covid sono state sbagliate suonerebbe una campana a morto per le possibilità di rielezione. I non vaccinati sono ora gli Indifendibili, contaminati, soggetti agli arresti domiciliari in molte giurisdizioni, separati, emarginati e demonizzati.

Walter Block, eminente economista austriaco e teorico politico libertario, è famoso soprattutto per il suo libro in due volumi “Defending the Undefendable”. In esso, il professor Block descrive, con il suo inimitabile spirito e la sua logica penetrante, molti dei vagabondi, miscredenti ed emarginati della società, inclusi signori dei bassifondi, predoni aziendali e usurai. L’esame di questi casi difficili chiarisce l’assioma di non aggressione al centro dei diritti naturali, la base filosofica animante di molti dei nostri documenti fondatori. Secondo questa filosofia, finché non si tratta di violenza o frode, le transazioni consensuali, per quanto sgradevoli o imprudenti, non sono illecite e soggette a divieto legale. La galleria dei ladri del professor Block dà vita anche ad alcuni dei concetti più importanti dell’economia, tra cui la legge delle conseguenze indesiderate e il visibile contro l’invisibile. Come le parabole dell’economista francese del XIX secolo Frédéric Bastiat, Difendere l’indifendibile rivela che molti di questi attori vituperati svolgono spesso un ruolo economico prezioso e, in alcuni casi, meritano il nostro plauso morale.I non vaccinati meriterebbero un capitolo principale se ci fosse una trilogia nella serie del Dr. Block? La risposta è un sì assoluto.

Rifiutarsi di vaccinarsi o di assumere qualsiasi farmaco o procedura medica è una scelta personale che non lede l’eguale diritto di autonomia corporea di chiunque altro. Il rifiuto informato è il rovescio della medaglia del consenso informato, non importa quanto siano gravi le condizioni di una persona. Infatti, senza l’integrità fisica, tutte le altre libertà fondamentali svaniscono. Il Bill of Rights, redatto con una pandemia di vaiolo e malaria nel recente specchietto retrovisore, non conteneva un’eccezione di emergenza o pandemia ai diritti essenziali della vita, della libertà e della proprietà. Al contrario, i vaccini imposti dal governo (o qualsiasi procedura medica per quella materia) sembrerebbero essere l’ultima forma di aggressione. Supponiamo che il dottor Block si sia avvicinato a uno dei suoi studenti e gli abbia fatto un’iniezione forzata perché pensava che fosse per il bene della salute di quello studente. Non troveremmo tutti questo moralmente riprovevole e un chiaro caso di aggressione fisica? Se il dottor Block non ha quel diritto individuale di commettere un tale assalto, come possiamo delegare questo diritto ad altri? Che la procedura possa essere autorizzata dalla FDA o ordinata da un funzionario eletto o per il bene teorico dell’iniettato non sembra alterare la natura essenzialmente aggressiva dell’intrusione fisica.Nell’attuale crisi del Covid, la risposta a questo ragionamento è solitamente duplice. Innanzitutto, cosa succede se John Doe rinuncia a una vaccinazione e infetta gli altri, o cosa succede se il rifiuto di John Doe lo espone a un rischio maggiore di malattie gravi che potrebbero mettere a dura prova le risorse dell’ospedale? Per quanto riguarda la prima replica, è ormai chiaro, anche per ammissione delle autorità sanitarie pubbliche, che questi vaccini non prevengono la trasmissione o l’infezione e che gli individui vaccinati hanno potenzialmente una carica virale altrettanto elevata. È del tutto possibile scientificamente che un individuo vaccinato asintomatico possa essere un super-diffusore più rischioso di un individuo non vaccinato che ha maggiori probabilità di manifestare sintomi che richiedono cautela.Anche la logica dello sforzo sulle risorse ospedaliere sembra essere un’aringa rossa. Così pochi casi portano al ricovero in ospedale e i trattamenti precoci, spesso proibiti o censurati, riducono drasticamente questo rischio. Ora vieteremmo il consumo di alcol o tabacco o limiteremmo le abitudini alimentari per alleviare il carico ospedaliero di coloro che svolgono attività malsane? Inoltre, l’attenzione ai benefici a breve termine del vaccino potrebbe essere miope. E se la politica della vaccinazione obbligatoria di massa provoca effetti collaterali debilitanti che richiedono frequenti ricoveri, soprattutto per i soggetti di età inferiore ai 30 anni che hanno un rischio di ricovero quasi nullo da Covid stesso? E se la vaccinazione di massa obbligatoria portasse a un potenziamento dipendente dagli anticorpi e/o all’emergere di un mutante virale altamente pericoloso? E se gli effetti collaterali sconosciuti ma potenziali a lungo termine del ceppo vaccinale fossero risorse mediche da tre a cinque anni da oggi? Questi sono i costi invisibili della presunta moneta del beneficio del vaccino. Non denigriamo le credenze sinceramente sostenute da medici e scienziati che i vaccini siano utili. Né cavilliamo con la scelta volontaria degli individui di adottare le precauzioni che ritengono necessarie per mitigare il rischio di contrarre il Covid. Ma la libertà medica dovrebbe comprendere il diritto di dire di no.I non vaccinati quindi non aggrediscono gli altri e, semmai, sono soggetti all’aggressione da parte dei governi che cercano di obbligarli o costringerli a prendere un colpo indesiderato (e in alcuni casi non necessario o sconsiderato). Come alcuni dei personaggi del libro del Dr. Block, i non vaccinati potrebbero meritare il nostro encomio. Servono come gruppo di controllo per il lancio dei vaccini poiché i produttori di farmaci hanno opportunamente e prematuramente sbloccato il loro gruppo placebo dopo pochi mesi. La loro sfida significa che qualcuno sta sostenendo le restrizioni del Codice di Norimberga contro la sperimentazione medica forzata.

I ranghi dei non vaccinati includono molti infermieri, EMT, medici, vigili del fuoco e agenti di polizia che sono stati particolarmente valorosi durante la prima ondata iniziale e più letale di Covid. Molti hanno contratto il Covid (e quindi hanno un’immunità naturale forte e duratura). Ora sono angeli caduti, licenziati senza tante cerimonie per il loro rifiuto di farsi vaccinare. Alcuni dei respinti hanno sinceramente sostenuto obiezioni religiose e si battono coraggiosamente per la libertà di religione del Primo Emendamento mentre i tiranni politici sviscerano i nostri diritti costituzionali. Molti dei medici e scienziati non vaccinati e coraggiosi che parlano per loro conto stanno sostenendo enormi costi personali e professionali. Potrebbero essere la nostra ultima migliore speranza di libertà mentre il mondo sprofonda nella follia del Covid.

Steve Berger ( tratto da lewrockwell.com )

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: