LA BATTAGLIA PER MILANO E’ SOLO L’ INIZIO. DOBBIAMO VINCERLA!

Si vota, la campagna elettorale è iniziata da qualche settimana e si voterà in città importanti come Roma, Milano e Napoli. Sono amministrative importanti, al terzo anno di legislatura abbiamo il terzo governo dopo un anno di Lega e movimento 5 stelle prima e Partito Democratico e Movimento 5 Stelle poi. Il presidente del consiglio, Mario Draghi, è il nuovo salvatore dopo Mario Monti nel 2011, la costante è il nome Mario e soprattutto la difesa degli interessi di multinazionali e banche.

Perché le amministrative sono importanti? Il governo è anomalo e l’unico vero collante sono le poltrone del potere. Non vi è altro motivo in cui partiti completamente differenti su posizioni opposte possano votare e sostenere disposizioni che normalmente avverserebbero, sicuramente per quanto riguarda il centro destra. Ecco allora la sfida delle amministrative, ecco allora la possibilità di mandare un messaggio forte e chiaro al governo: vogliamo votare un nuovo parlamento!

Si, al voto. Questo governo è una truffa ai cittadini che nel 2018 si espressero in modo chiaro dando forza ai partiti dichiaratamente identitari e sovranisti nei programmi e poi di fatto hanno tradito il mandato ricevuto seguendo politiche di interesse non nazionale. In tre anni tre governi. In tre anni due governi con il Partito Democratico reale sconfitto delle elezioni politiche del 2018.

Il 3 e 4 ottobre va dato un messaggio forte, chiaro, definitivo. Certo a Milano il candidato è debole, inesperto e Matteo Salvini ha commesso l’errore di imporre Luca Bernardo per bloccare Maurizio Lupi (quasi sicuramente vittorioso) perché non controllabile dalla Lega. Un errore che potrebbe costare la vittoria elettorale a Milano. Luca Bernardo è una brava persona, una figura importante per molti versi ma diciamolo chiaro: inesperto e impreparato in politica. Perché votarlo sindaco di Milano?

  1. Perché si deve dare un messaggio al governo: il centrodestra è maggioranza assoluta nel paese
  2. Perché sono già 10 anni che la sinistra governa la città e la qualità di vita è diminuita
  3. Perché un secondo mandato a Giuseppe Sala sarebbe un danno a tutta la comunità milanese

Sappiamo che la città di Milano è a maggioranza centro destra ma da due tornate elettorali la destra non si reca al voto, Giuliano Pisapia è diventato sindaco con meno voti di Bruno  Ferrante che aveva perso contro Letizia Moratti e Giuseppe Sala ha preso ancora meno voti di Giuliano PIsapia per vincere contro Stefano Parisi. Nella sostanza a Milano la sinistra vince perché la Destra non vota.

Davvero gli elettori di destra preferiscono il tanto peggio tanto meglio? Continuare a stare a casa e lasciare la città in mano ad avversari scorretti, subdoli, falsi e ipocriti? Davvero vogliono essere complici della vittoria del Partito Democratico?

Il motivo? Non si candida un uomo spiccatamente di Destra. Allora governerà la sinistra a vita a Milano se questo è il ragionamento, ma oggi vi è un’opportunità: l’elezione a sindaco di Luca Bernardo darebbe maggiore forza alla destra politica perché sindaco inesperto. La vittoria del centro destra potrebbe cambiare decisamente la situazione in città: per la prima volta verrebbero eletti diversi rappresentanti della Destra cresciuti per esempio nel Fronte della Gioventù che quest’anno compie 50 anni di storia.

Non è il tempo del chiamarsi fuori, non ci sono altre strade. Serve un messaggio forte da Milano per abbattere il governo truffa a Roma. 

Fabrizio Fratus

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: