UN TEATRINO DEPRIMENTE

Voglio essere chiaro: il teatrino in televisione e sulla stampa fra chi condanna e chi assolve Montanelli per fatti accaduti negli anni 30 è deprimente, sconsolante, inaccettabile. Chi commette abusi e violenze su chicchessia, ancor peggio su minori, è ingiustificabile ed il tentativo di contestualizzare l’accaduto per cercare una motivazione più o meno accettabile è penoso. Sul piano morale non c’è scorciatoia che tenga. Se i fatti sono accaduti come è stato da più parti riportato, Montanelli è indifendibile e il paragone con altri fatti del genere un espediente dialettico per minimizzare e giustificare. Trovo peraltro inopportuna anche la deviazione su valori professionali, di giornalista e scrittore, che restano nella storia, prima come testimonianza che come importanza e riconoscimento. E chiudo dicendo che oltraggi e offese di vario genere alla sua memoria, come la sconcezza  dell’imbrattamento della sua statua al parco di Milano, è una azione deprecabile e ignobile. Vorrei precisare che un monumento è una testimonianza storica, prima di essere un luogo di preghiera laica. Quindi nessuna intromissione morale o di comodo, come vorrebbero certi sanculottes revanscisti.

Roberto Nucci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: